Regione del Veneto – POR FESR 2014-2020

Bando per il sostegno a progetti sviluppati da aggregazioni di imprese

ASSE 1 “RICERCA, SVILUPPO TECNOLOGICO E INNOVAZIONE”
OBIETTIVO SPECIFICO: “Incremento dell’attività di innovazione delle imprese”
AZIONE 1.1.4 “Sostegno alle attività collaborative di R&S per lo sviluppo di nuove tecnologie sostenibili, di nuovi prodotti e servizi”
DGR n. 711 del 28 maggio 2019

Titolo:

“AIPAD – Automatic Installation Process Analysis and Documentation”

Capofila: NegroponteLab Srl

Altri Partner:
BFT SpA
Solmec SpA
Università Cà Foscari – Dipartimento di Scienze Ambientali, Informatica e Statistica (DAIS)

Altri Referenti Universitari:
Università di Padova – HIT Human Inspired Technologies Research Centre

DigitalMetrix Srl, (spin-off di Università Ca’ Foscari Venezia)

Il progetto AIPAD nasce dalla volontà di mettere a sistema le necessità in termini di innovazione nei processi di installazione e montaggio da parte di due aziende manifatturiere e le competenze analitiche di università e partner tecnologici interessati a sviluppare un prodotto che risponda a tali esigenze.

BFT è un’azienda che opera nel campo dell’automazione degli accessi attiva in tutto il mondo, con 20 filiali e oltre 530 distributori in oltre 120 Paesi. Il suo punto di forza è la stretta fidelizzazione tanto dei propri utenti, quanto di chi opera professionalmente nel mondo dell’installazione e dell’automazione. Questo risultato è stato ottenuto anche grazie ad un supporto efficace e alla messa a disposizione di strumenti avanzati per facilitare il lavoro degli installatori e annullare il rischio di esecuzioni non conformi.

Solmec è un’azienda leader nel mercato italiano ed un importante player europeo nel campo dei caricatori gommati, cingolati e su postazione fissa. Gli elementi chiave che hanno determinato il successo dell’azienda sono la qualità dei servizi, l’affidabilità dei prodotti e la grande versatilità in termini di configurazione di questi ultimi. Per raggiungere tali obiettivi, Solmec è particolarmente attenta a definire procedure di assemblaggio e customizzazione rigorose e allo stesso tempo flessibili, con una solida interazione fra installatori e ufficio tecnico.

NegroponteLab è una PMI Innovativa Centro di Trasferimento Tecnologico accreditato dal MISE ed opera da molti anni in ambito ricerca e sviluppo di soluzioni legate alle piattaforme e alle tecnologie ICT per le imprese e le pubbliche amministrazioni, con particolare riferimento al cloud computing, alla business continuity, alla privacy, all’IoT  occupandosi delle linee strategiche, delle integrazioni, della sicurezza, della comunicazione, della mobilità, dell’impatto ambientale e della responsabilità sociale.

Rinnovabili, della Biologia, della Robotica, dell’Automazione Industriale

L’obiettivo di AIPAD è massimizzare l’efficacia e la flessibilità di tali processi, utilizzando la digitalizzazione come strumento chiave per garantire all’installatore di poter usufruire di un supporto continuo che lo guidi nelle azioni da svolgere, gli permetta di risolvere situazioni ambigue, renda possibile un suo contributo interattivo nel miglioramento del processo e, infine, permetta una comunicazione strutturata con il supporto di primo livello o l’ufficio tecnico.

Questo obiettivo viene raggiunto attraverso tre azioni principali:

1.         La definizione di un formato dati digitale strutturato, denominato IPDL (Installation Process Definition Language) che permetta di descrivere in modo non ambiguo le singole azioni da compiere per completare una o più fasi di montaggio, includendo descrizioni, immagini sintetiche, immagini sul campo, annotazioni, etc. Tramite IPDL sarà possibile nella sostanza creare delle alternative digitali a distinte, manuali installatore, reference book;

2.         La messa in atto di processi e strumenti, denominati H2D (Human to Digital) atti ad alimentare descrizioni IPDL, ad esempio da parte dell’ufficio tecnico o, indirettamente, dagli installatori stessi, fornendo elementi descrittivi e digitali per ogni singolo step del processo;

3.         La realizzazione di almeno due moduli per la fruizione dei contenuti dell’IPDL, denominati D2H (Digital to Human). In particolare un modulo per la produzione di un esploso cartaceo (in sostituzione ad un manuale tradizionale) ed uno per la fruizione tramite PC o Tablet/Wearable, con funzioni di feedback.

Le caratteristiche di generalità di AIPAD lo rendono immediatamente fruibile nell’intero ambito di specializzazione Smart Manufacturing, laddove siano coinvolti nel processo uno o più utenti umani. In questo contesto percorre diverse traiettorie di sviluppo tecnologiche, fra le quali la traiettoria 1, innovando tramite la digitalizzazione il processo di assemblaggio pur lasciando l’uomo nel loop e la traiettoria 10, fornendo all’operatore strumenti di decisione assistita e di supporto alla qualità.

La tecnologia abilitante riguarda i sistemi avanzati di produzione in quanto AIPAD si applica proprio ai processi produttivi rendendoli più affidabili ed efficienti. L’incremento di difficoltà conseguenti all’aumento di complessità nel design e l’esigenza di adottare componentistiche speciali per soddisfare nuovi requisiti in termini di efficienza energetica e sostenibilità ambientale sono driver di innovazione esogeni significativi per lo sviluppo di AIPAD.